Blog Eventi

NetMediaEurope Italia

Ces 2009 tira le somme

Il Ces 2009 tira le somme: un bilancio tutto sommato positivo, nonostante la pesante crisi Usa, addirittura ha chiuso i battenti con uno scoop: dal 2010 potrebbe contare sulla presenza di Apple (dopo il clamoroso addio al MacWorld), ma, comunque sia, ci sarà un'area Mac all'interno del Ces 2010 (dedicata a tutti gli orfani del MacWorld), nel regno dell'elettronica di consumo.

Macworld_ces Annunciato come il Ces della recessione (nell'anno dei grandi tagli, soprattutto al personale, delle aziende hi-tech), poteva essere un evento sotto tono e senza grosse sorprese.

I visitatori sono stati forse meno del 2007, sui 130.000, quasi 11.000 in meno rispetto al 2008. In flessione è stato anche il numero degli espositori che è passato da 3.000 a 2.700. Tuttavia 300 erano nuovi espositori; i prodotti tecnologici messi sotto i riflettori di Las Vegas, sono stati oltre 20mila (fonte: Cnet). I big dell'hi-tech c'erano tutti (Microsoft, Sony, Palm, Toshiba, Panasonic, Hp, Amd, SanDisk, Lg eccetera), ma ai piccoli è mancata la possibilità, a causa dei tagli al budget. Inoltre domenica non solo non è stato raggiunto il picco dei 110mila visitatori, ma c'è stato un calo del 22%.

La recessione insomma si è fatta sentire anche al Ces. Tuttavia il Ces ha saputo dire la sua. A partire dal keynote di Steve Ballmer (che ha raccolto le redini di Bill Gates), con la presentazione dell'attesissima Beta pubblica di Windows 7, il Ces (pur senza nessuna rivoluzione all'attivo), il Ces 2009 ha saputo dare prova di "maturità" e calarsi nell'evento dell'evoluzione hi-tech. Nel nome della convergenza (soprattutto il matrimonio fra Internet e Tv flat), del mobile, della tecnologia bonsai (netbook ovunque, o comun que ultra-portatili, come quello di Sony). Anche il keynote di Sony ha scommesso sulla convergenza, Web 2.0 e sul Green It, presentando anche la fotocamera WiFi, dotata di browser.

Quello che si è chiuso è un Consumer Electronics Show dell'anno della recessione, dove Less is more, dove picco è bello, e dove però c'è anche l'ottimismo della volontà: l'anno prossimo, forse, si volterà pagina. Magari con Apple, la regina del consumer nell'era dell'iPod e dell'iPhone.

Inserito il 15 di gennaio 2009 in Ces 09
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

L'elettronica di consumo? Scelgono le donne

La conferenza ‘Sex and Electronics’ tenutasi all’ultimo CES ha diffuso dei dati sorprendenti: “Le donne comprano il 57% dei prodotti dell’elettronica di consumo, ma influenzano per il 90% gli acquisti dell’intero mercato del settore”. Le cifre arrivano rispettivamente dalla Consumer Electronics Association e da Best Buy rispettivamente.

Ces_donne Quindi, voi uomini potete anche controllare il telecomando, ma sarà stata vostra moglie a scegliere quale telecomando avreste tenuto in mano. I dati spiegano anche come mai i gadget con un tocco più femminile (la Wii e il DS, per esempio) o quelli che mostrano una particolare cura per l’aspetto esteriore (iPhone e iPod, per fare dei nomi) hanno tanto successo.

[Fonte: Gizmodo Italia]

Inserito il 15 di gennaio 2009 in Ces 09
Permalink | Commenti (1) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Carstars è un sistema touchscreen per auto

E' un telefono, un navigatore o uno stereo per la maccina? No, è Carstars.

Un sistema touchscreen per automobili che ha riscosso grande successo al CES.

Combinare tecnologie provenienti da settori diversi è quello che ha fatto Carstars. Che ha preso alcuni elementi dall’elettronica di consumo, della telefonia cellulare, del GPS e dell’industria automobilistica per combinarli con ottimi risultati tutti in un nuovo prodotto. Carstars_ces

E infatti al CES l’apparecchio ha appena vinto il premio messo in palio da Cnet come migliore tecnologia per automobili. Carstars touchscreen è ancora un prototipo ma offre, essenzialmente, sistema stereo intelligente che combina vari prodotti di Gracenote, Voxonic e Omnifone.

Una voce sintetica, che utilizza una tecnologia di “speech generation” messa a punto da Voxonix (e non Nuance, per una volta), imitando la voce di una celebrità che vi suggerirà quale musica potreste ascoltare. Sembra che questa tecnologia di Voxonix, possa anche riportare in vita il cantante rapper Tupac se ne avete voglia. In più Voxonix offre anche una funzione di riconoscimento vocale, così potrete gridare il nome, l’artista o la canzone stessa all’apparecchio che lo riprodurrà.

Ma da dove arriva la musica? Questa è forse la funzione più intelligente del nuovo device: la fonte può essere una radio, un CD o un DVD, un telefono “musicale” o un lettore MP3. E qui entra in gioco la tecnologia Gracenote. Che riconosce l’artista e il tipo di musica che caricate nel sistema, quindi la compara con un database di musica e poi suggerisce la musica che l’autista potrebbe desiderare ascoltare.

Il contributo di Omnifone è molto più raffinato. Offre, infatti, un abbonamento alla propria Musicstation per un servizio illimitato di download di brani musicali. Così se Carstars suggerisce qualcosa che non avete, potete scaricarlo. E cosa ancora più importante potrete condividere quelle tracce con più di un apparecchio. Non sono stati definiti ancora i dettagli, ma in pratica potrete pagare una quota mensile alla Musicstation e ascoltare quella musica in macchina, sul telefono cellulare, sul lettore MP3 e sul PC a casa.

Omnifone offrirà un servizio di notizie musicali in una specie di collaborazione con il navigatore satellitare che vi informerà su quali delle vostre band preferite suonano nelle vicinanze.

[Fonte: The Inquirer]

Inserito il 15 di gennaio 2009 in Ces 09
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Neo Freerunner, un telefono tutto open source

Dopo Android al CES 2009 presentato Neo Freerunner.

Neo_ces Android fa scuola e adesso c’è anche una seconda piattaforma open source come Android per i telefoni cellulari. Arriva a sorpresa sul mercato infatti Neo Freerunner dell’OpenMoko: un Android senza nessun blocco per farlo funzionare solo con un operatore e nessuna limitazione.

Freerunner è un telefono completamente “aperto”, OpenMoko ne ha pubblicato gli schemi costruttivi già questa estate. Offre tutto quello che legalmente può offrire un telefono e, in più, la documentazione di tutto: sia gli schemi di progettazione dell’hardware che il codice sorgente del software. E infatti gli sviluppatori sono già al lavoro per farne il “porting” su Android.

Gli smanettatori che hanno voglia di “giocare” con il sistema operativo di un telefono ora sono serviti.


[Fonte: The Inquirer]

Inserito il 15 di gennaio 2009 in Ces 09
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Qnap presenta nuovi Nas iScsi, basati su Intel e più veloci

QNAP Systems ha presentato, nel corso del CES 2009 appena terminato, la nuova serie di NAS iSCSI basati su architettura Intel che, grazie alle incredibili performance e alle funzionalità di livello enterprise, promette di soddisfare ampiamente quelle che sono le richieste e le necessità dei clienti per il 2009. Seth Bobroff, general manager del reparto Piattaforme Server e Storage di Intel, afferma che combinare un NAS con i servizi iSCSI in un unico sistema fornirà la flessibilità necessaria per affrontare qualsiasi scenario. Grazie all’architettura Intel, Qnap è riuscita a produrre una nuova gamma di sistemi per l’archiviazione dei dati, con prodotti performanti e scalabili, ideali per le attuali richieste di mercato.


La nuova linea Turbo NAS è composta da 4, 5, 6 e 8 bay (quest’ ultimo con alimentatore ridondante) destinati ad un target che spazia dalle piccole alle grandi imprese. Sono prodotti all-in-one, pensati per i business che richiedono soluzioni di storage con grandi capacità, performance e funzionalità di alto livello, ma allo stesso tempo di facile fruizione e gestione.

Shawn Shu, vice presidente di QNAP, spiega che sposare i processori Intel con le avanzate tecnologie QNAP, ha permesso di realizzare soluzioni per far fronte alle richieste di un mercato in continua espansione. I test condotti con Netbench mostrano chiaramente che questa nuova famiglia di NAS QNAP è da 3 a 10 volte più veloce, in termini di throughput (quantità di dati trasmessi per unità di tempo) per accessi multipli, se comparata con soluzioni NAS di altri produttori.

La serie Turbo NAS di QNAP è già in vendita.

Inserito il 15 di gennaio 2009 in Ces 09
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

GotWind, il lato “verde” del Ces 2009

GotWind non è estraneo alla pratica di ricaricare i gadget usando il vento e l’energia solare, e al Ces di quest’anno ha messo a disposizione dei visitatori e dei giornalisti una singolare stazione di ricarica con tanto di postazioni chiuse.
LG-solar_ces
Il loro tendone, sponsorizzato da LG, aveva connettori per una vasta gamma di cellulari e permetteva di ricaricare i gadget del 30% in 30 minuti.
Se solo avessero avuto un modo per ricaricare anche i giornalisti e i blogger esauriti dal girovagare per giorni interi tra gli stand e dal riportare keynote e conferenze stampa, sarebbe stato davvero perfetto. Ma da qualche parte bisognerà anche cominciare, no?
TreeHugger, il blog che si occupa di innovazioni in tema di energia sostenibile, ha pubblicato un video che illustra come funzionava la stazione di ricarica di GotWind. Il link è su Gizmodo Italia.

Inserito il 14 di gennaio 2009 in Ces 09
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Flash Drive e Movie Cube di Emtec? Trendy e colorati

Emtec ha presentato in anteprima la nuovissima linea di prodotti, tra cui la gamma di Flash Drivei USB dal design di tendenza, coloratissime, altamente performanti e dalle dimensioni mini.

Emtec_flash_drive_ces Lollipop è la Flash Drive USB lecca-lecca di cui si può scegliere il colore preferito: giallo limone, arancione, rosso fragola, mela verde o viola uva.
M300 Lollipop non è solo un dispositivo compatto, pratico e giocoso, bensì offre un elevato standard tecnologico: fino a 23MB/s di velocità di lettura e ben 15MB/s di velocità di scrittura. Grazie al suo comodo cappuccio dotata di catena inclusa nel blister, si può scegliere di portare Lollipop appesa nella tasca dei pantaloni come fosse un porta chiavi.
M300 è disponibile, con i suoi 5 vivaci colori, nei tagli da: 2GB da 9,00 euro; 4G da 13,00 euro
8 GB da 21,00 euro.

S300, il modello dalle dimensioni più ridotte dell’intera gamma (31x15,5x5 mm), è la Flash Drive USB impossibile da smarrire, grazie allo speciale laccetto che si può appendere al telefono cellulare. Il dispositivo è inoltre impreziosito da un rivestimento di gomma nera “soft touch” e una superficie lucida. Anche nel caso di S300 Em-Desk Mini la velocità è: fino a 23 MB/s di lettura e fino a 10 MB/S di scrittura.

Il CES ha rappresentato anche l’occasione ideale per presentare al mercato statunitense il Movie Cube S800: il nuovo Media Storage center che unisce un design moderno e compatto con le nuove funzionalità.

Inserito il 14 di gennaio 2009 in Ces 09
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

TvBlob parla italiano e sfida Apple Tv

TvBlob ha presentato la versione consumer del BLOBbox, un box TV connesso a internet sviluppato
interamente in Italia, costato oltre 5 anni di sviluppo per 50 programmatori, fra Milano e Catania.

Blobbox_ces

E' la storia di Davide contro Golia, made in Italy. Spiega TvBlob.com: "Stiamo sfidando Apple TV
e Yahoo TV, con la convinzione che un sistema aperto possa fare la differenza".

Si tratta di una piattaforma Tv software-servizi, un nuovo eco sistema, in grado di integrare  dispositivi TV, Tv Consumer, i download da BitTorrent, YouTube, TV content sharing, TV video communication, e altri servizi Tv basati sul Web.

Inserito il 14 di gennaio 2009 in Ces 09
Permalink | Commenti (2) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Da Amd nuove schede grafiche per notebook

Amd ha introdotto la nuova generazione di processori grafici ATI Mobility Radeon HD 4000 Series per notebook che ridefiniscono il concetto di gioco sui dispositivi mobili grazie a funzionalità avanzate quali il supporto dei nuovi giochi Microsoft DirectX 10.1, un'esperienza multimediale HD di qualità home-theater e funzionalità di risparmio energetico che prolungano l'autonomia delle batterie permettendo agli utenti di sfruttare al meglio i loro notebook per lavorare, per giocare o per svolgere qualunque altra attività di home computing.

I processori grafici ATI Mobility Radeon HD 4800 Series ridefiniscono le performance dei videogiochi HD grazie al supporto della tecnologia ATI CrossFireX, che fornisce fino a un teraFLOPS di potenza.

I prodotti ATI Mobility Radeon HD 4600 Series offrono il bilanciamento perfetto tra performance ed efficienza energetica.

Ideali per notebook leggeri e sottili, i processori grafici delle famiglie ATI Mobility Radeon HD 4300 e ATI Mobility Radeon HD 4500 assicurano un'eccellente autonomia anche per chi lavora in movimento.

Inserito il 13 di gennaio 2009 in Ces 09
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Il coltellino svizzero ora è Bluetooth

Con puntatore laser e tecnologia di riconoscimento delle impronte digitali.

Era inevitabile che succedesse: il gadget per eccellenza per generazioni di ragazzi diventa un gadget elettronico. E il tutto naturalmente succede alla più grande fiera del gadget del mondo: il Consumer Electronics Show (CES) di Las Vegas.

Il coltellino svizzero multiuso ormai è stato contagiato dall’elettronica e dopo i modelli dotati di tutti gli utensili necessari per smontare un computer (me ne hanno regalato tempo fa uno, ma non l’ho mai usato per fortuna) ora al CES la storica fabbrica elvetica che li produce ha presentato nuovi modelli che aggiungono persino la connessione Bluetooth e la tecnologia di riconoscimento delle impronte digitali alle tradizionali lame, pinze, forchette e cucchiai che si tirano fuori del manico del temperino tascabile.

Victorinox_ces Tra i nuovi modelli esposti al CES ce ne è anche uno con il puntatore laser (quello usato nelle presentazioni) e una sorta di telecomando Bluetooth che può essere usato per far scorrere le slide di una presentazione Powerpoint.

Non manca una memoria flash (fino a 32GB di capacità) che ha in più la sicurezza offerta della tecnologia di riconoscimento delle impronte digitali, che sembra un po’ esagerata, ma almeno è utile se si trasportano dati “sensibili” o riservati .

Questo modello chiamato con poca fantasia “Presentation Pro” sarà disponibile dal secondo trimestre del 2009.

[Fonte: The Inquirer]

Inserito il 13 di gennaio 2009 in Ces 09
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Pubblicità