Blog Eventi

NetMediaEurope Italia

Ibm scommette sulla nuova intelligenza

Dall’infomobilità all’accessibilità, dalla video-sorveglianza ai telesportelli multiservizio, dagli “edifici intelligenti” alla gestione delle acque: nel padiglione 8, nello spazio espositivo del Ministero della Funzione Pubblica, vera e propria “Piazza dell’Innovazione”, e al TechFor - "Salone Internazionale delle tecnologie per la sicurezza” - IBM propone con un ampio ventaglio di soluzioni. Vediamone alcune in sintesi.

Video sorveglianza e video analisi: la proposta IBM risponde alla domanda di maggior sicurezza dei cittadini, fornendo sostegno alle Amministrazioni locali nella gestione della sicurezza del territorio, in collaborazione e coordinamento con le Forze di Polizia, al fine di dare attuazione ai "Patti per la Sicurezza" promossi dal Ministero dell'Interno. IBM affronta le tematiche di sicurezza territoriale, per la protezione delle infrastrutture critiche delle città, con un servizio di sorveglianza fisica nei punti chiave, nelle aree perimetrali e nelle zone critiche. Le immagini video vengono trasformate in “meta dati”, attraverso un sistema che abilita la loro analisi e l’utilizzo “intelligente” delle informazioni, prevenendo così microcriminalità, atti terroristici, immigrazione clandestina, furti, sabotaggi e rapine. L’analisi statistica dei dati permette poi di elevare il livello di sicurezza fornito, in modo attivo, e di identificare potenziali rischi per la sicurezza pubblica.

Act!: è una soluzione via smartphone per i cittadini disabili che facilita l’accesso a negozi, uffici, ristoranti, attraverso una guida, e che contribuisce a migliorare il servizio attraverso feedback diretti. Si tratta di un’applicazione sviluppata sull’architettura “I’m Smart”, basata sui software IBM Websphere Process Server e DB2, messa a punto da IBM Human Centric Solution EMEA in collaborazione con il business partner Neotilus. Dopo aver scaricato l’applicazione sul proprio smartphone - è possibile personalizzarla in base alla propria disabilità - gli utenti individuano le strutture che consentono loro un facile accesso, sono guidati per raggiungerla e la contattano direttamente via telefono registrandola nella propria lista di destinazioni preferite.

Telesportello: la soluzione è costituita da un chiosco multimediale tramite cui il cittadino, con o senza assistenza dell’operatore, dialoga e interagisce con la PA senza più il bisogno di recarsi presso gli uffici comunali per ottenere una certa tipologia di servizi. Ma i vantaggi sono anche per la PA: nelle sedi più grandi lo sportello interattivo va a supporto degli sportelli tradizionali, soprattutto nei momenti di particolare affollamento, mentre in quelli più piccoli può anche sostituire completamente l’operatività tradizionale. L’introduzione di questo nuovo canale offre vantaggi inequivocabili ai cittadini e ai dipendenti degli uffici pubblici e consente di salvaguardare gli investimenti, grazie alla possibilità di integrare funzioni applicative e soluzioni tecnologiche già esistenti.

Edifici intelligenti: IBM insieme a partner e clienti sta ideando edifici, uffici ed infrastrutture urbane intelligenti. Grazie ad “intelligenza” inserita all’interno delle strutture fisiche, è possibile creare un centro di coordinamento che gestisca le diverse componenti di un edificio, come le condutture dell’acqua, le attrezzature e gli spazi comuni, la chiusura delle porte, i sistemi di riscaldamento e i sistemi antincendio, prevenendo violazioni della sicurezza, rotture e assicurando che asset critici, come i sistemi antincendio, siano sempre in efficienza e gestendo il consumo di energia.

Teleassistenza: La soluzione “Abitare sicuri” mira a realizzare un sistema di tele-monitoraggio e tele-assistenza per anziani e altri soggetti che necessitino di una assistenza presso la loro abitazione. Il sistema si basa su una rete di sensori integrati che inviano una serie di dati relativi all’assistito e alla sua abitazione ad una Centrale Operativa. Inoltre, il sistema permette anche l’interazione con l’utente suggerendogli una serie di attività come esercizi fisici guidati. Tutti i dati raggiungono la Centrale Operativa, quest’ultima li analizza e comunica in tempo reale le eventuali anomalie riscontrate, mettendo in atto le azioni di intervento necessarie. La Centrale non gestirà soltanto l’intervento, ma avrà anche la funzione di assistere in modo attivo gli utenti, garantendo un utile servizio di supporto lungo tutto l’arco della giornata. L’implementazione di tale soluzione ha come obiettivo primario il miglioramento della qualità della vita della popolazione più anziana, rendendo le persone più indipendenti, più integrate nel contesto sociale, offrendo al tempo stesso la possibilità di ridurre i costi del servizio socio-sanitario attraverso una tecnologia meno invasiva e studiata per essere accessibile a tutti.

Infomobility: Come può essere intelligente una città continuamente intasata dalle auto, dove chi si sposta trascorre qualche ora al giorno sui mezzi di trasporto? L’Infomobility è una delle declinazioni della città più intelligente. Le tecnologie IBM consentono di acquisire una grande quantità di dati ed informazioni dai sensori di campo già presenti sul territorio, di elaborarle in tempo reale e di rendere disponibili al cittadino una serie di servizi per gestire i propri spostamenti in modo “smart”. Quale tragitto è il più conveniente per raggiungere un quartiere dalla parte opposta della città, anche in relazione della situazione attuale di traffico e delle previsioni per i prossimi 30 minuti? Come faccio a sapere che lungo il tragitto che devo percorrere si sta rapidamente formando un ingorgo? Quale percorso alternativo mi conviene seguire? IBM è in grado di tradurre in realtà ciò che finora sembrava soltanto il futuro.

Smart Business Desktop Cloud (SBDC): IBM ha sviluppato, nell'ambito della virtualizzazione dei client, IBM Smart Business Desktop Cloud (SBDC), una soluzione integrata hardware, software e servizi che consente un'elevata flessibilità e personalizzazione. Il disegno di una soluzione SBDC si sviluppa in un’ottica di system integration, avvalendosi sia di piattaforme tecnologiche IBM che di componenti di mercato, grazie ad importanti partnership con i principali software vendor del settore. In quest'ambito IBM ha introdotto una nuova modalità di sourcing, viene infatti applicato alla virtualizzazione del client il concetto di “cloud computing” con cui si intende un insieme di tecnologie informatiche che permettono l'utilizzo di risorse hardware (memoria, storage, CPU) o software distribuite in remoto. La soluzione, denominata “Smart Business Desktop on the IBM Cloud” consente la fornitura di ambienti desktop dipartimentali in logica “a servizio”.

Enterprise Architecture Management (EAM): EAM integra le esigenze di business e le tecnologie delle aziende in una soluzione dinamica e completa, offrendo funzionalità chiave per la gestione dell'impatto delle modifiche di business. EAM riduce notevolmente i costi di consolidamenti, fusioni, acquisizioni e di altre iniziative che comportano cambiamenti, riducendo i rischi. Questa soluzione consente di identificare le aree potenziali per migliorare l'efficienza operativa.

Dematerializzazione: Il framework per la "Gestione dei Processi di richiesta/approvazione" permette una gestione, senza la necessità di complesse attività sistemistiche ed applicative, dei processi documentali che prevedono cicli di istruttoria, approvazione, esecuzione, archiviazione. E' realizzato attraverso la piattaforma IBM FileNet P8, grazie all'esperienza maturata dai servizi professionali IBM.

Inserito il 23 di maggio 2010 in Forum PA 10
Permalink | Commenti (0)

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Il totem touchscreen e VoIp di Ifm per Linea Amica

Ifm Group ha presentato il sistema Contact Center multicanale VoIP alla base del totem multimediale Didit. Si tratta del nuovo canale di comunicazione ideato dalla Provincia di Milano per essere in contatto in modo interattivo con la Pubblica Amministrazione e per migliorare i servizi e le relazioni con i cittadini.
Nato come progetto pilota della Provincia di Milano - in collaborazione con Ifm Group e altri Partner tecnologici - il totem fa parte dei totem multimediali della Provincia di Milano, dislocati in punti strategici sul territorio, con cui i cittadini possono comunicare - anche attraverso videochiamata - con un Assistente Virtuale (Avatar) per accedere ai servizi dell’Urp in modo del tutto innovativo e intuitivo, con in più la possibilità di poter fruire 24 ore su 24 delle informazioni di cui hanno bisogno. Tramite touch screen l’utente può consultare le informazioni sfiorando lo schermo con le dita per far scorrere le pagine, o comunicare con un Avatar. Nei casi in cui quest’ultimo non sia in grado di rispondere alle richieste del cittadino, è possibile video chiamare un operatore fisico.
La capacità di gestire in modo omogeneo canali di comunicazione diversi sta alla base dell’offerta di Ifm Group, che da oltre 15 anni propone alla PA e alla PAL una vasta gamma di soluzioni, dagli sportelli telefonici e telematici (Contact Center & web) ai chioschi o totem interattivi, in grado di facilitare i rapporti tra cittadini ed Enti pubblici.

Inserito il 23 di maggio 2010 in Forum PA 10
Permalink | Commenti (0)

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

La Pa di Ipanema

La Pubblica Amministrazione secondo Ipanema in tre mosse. Ecco quali.

La Convergenza di rete su Reti Ibride (Hybrid Networks Unification): massimizzare le prestazioni, la continuità e i risparmi IT. La necessità di far funzionare senza interruzioni le applicazioni critiche sulle reti globali è sempre più forte, ora sempre di più ci si trova a dover fronteggiare una vera e propria esplosione dell’uso della banda da parte di applicazioni meno importanti. Le pressioni sui dipartimenti IT per ridurre le spese sono molto forti, rendendo l’acquisto di ulteriore banda difficile e spesso non praticabile. Una soluzione che sta conquistando sempre più consensi è quella di combinare la qualità e la disponibilità di livello carrier delle reti MPLS con l’elevata capacità di banda larga offerta dalle reti VPN Internet a basso costo. In pratica, si tratta di una strategia di rete ibrida.
Soddisfare le esigenze di business ora è possibile implementando due o più reti WAN: bisogna comunque chiedersi quali precauzioni bisogna prendere in considerazione. Il problema maggiore sta non solo nella capacità di mettere a punto una rete ibrida che comprenda MPLS e VPN Internet tra i data center e gli uffici periferici, ma anche nella necessità di controllare, ottimizzare e accelerare le applicazioni combinando i benefici di entrambe le tecnologie attraverso una gestione unificata.
La convergenza su reti ibride allarga il concetto di WAN Governance arrivando a monitorare, controllare, accelerare e selezionare i migliori percorsi per le applicazioni aziendali attraverso due o più network, migliorando la continuità delle comunicazioni aziendali.

 


Una Governance Reale con un approccio Virtuale (Wan Governance): Sinergie di Sviluppo per un Allineamento Strategico Garantito ai Piani. WAN Governance, un metodo di gestione IT messo a punto da Ipanema Technologies, consente alle imprese di superare quelle barriere raggiungendo gli obiettivi fondamentali per l’azienda. Un approccio di questo tipo diventa importante nel momento in cui i tagli ai budget adottati durante la recessione globale costringono le aziende e la pubblica amministrazione a “fare di più con meno risorse”.
Ricorrendo alla WAN Governance, le imprese hanno dimostrato la capacità di gestire le reti aziendali con un livello di prestazioni superiore a costi più bassi, allineando dinamicamente le prestazioni IT a esigenze aziendali in continuo cambiamento. Tra tutti gli strumenti che sono a disposizione della struttura IT, le amministrazioni distribuite necessitano di concentrarsi su quelli che possono avere il maggiore impatto a livello di prestazioni, costi e rischi: la rete WAN.
Ipanema consiglia di valutare un approccio di governance, nello specifico di WAN governance, così da poter effettivamente mettere in relazione le prestazioni applicative sulla rete geografica con gli obiettivi. L’Autonomic Networking System di Ipanema genera intelligence di rete 
che permette di allineare dinamicamente le proprie reti ai piani strategici.
Durante questo Master Diffuso è stata descritta la soluzione che consente la piena gestione della rete WAN grazie anche all’utilizzo di virtual appliance e stabilisce le basi per introdurre i criteri di governance all’interno delle pubbliche amministrazioni.

 

Applicazioni di Intelligence per garantire la User Experience: Adottare strumenti di controllo integrato per assicurare la Qualità percepita. Con le attuali sofisticate relazioni di business, la velocità da sola non basta a garantire le effettive prestazioni della rete. Interessante, in proposito, quanto scritto in un articolo da Network World: “A chi importa che i server rispondano velocemente se gli utenti si lamentano della lentezza delle applicazioni? O che una pagina web venga caricata in meno di due secondi se il contenuto richiesto è quello sbagliato?”In un indagine realizzata su circa 50 clienti che hanno un totale di oltre 10.000 siti collegati tra loro, è emerso che le imprese operano mediamente con 69 applicazioni in rete. In base all’indagine svolta, le applicazioni classificate con criticità top occupano una piccolissima porzione dell uso di rete, solamente il 3% mentre quelle classificate a bassa criticità si appropriano di più della metà delle risorse di rete.

Inserito il 21 di maggio 2010 in Forum PA 10
Permalink | Commenti (0)

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Il cloud di SeeWeb è Green

Tecnologie sostenibili e ambiente, ottimizzazione dei costi energetici, efficienza nelle Pubbliche Amministrazioni: in questo contesto, Seeweb è intervenuta a Forum PA presentando al pubblico le sue soluzioni basate su Cloud Computing e illustrando come questa nuova tecnologia possa migliorare la gestione delle infrastrutture ICT della PA, nel rispetto delle normative attualmente vigenti.

“I datacenter e tutte le strutture l’Ict in genere consumano molta energia e contribuiscono alle emissioni di CO2 –  spiega Antonio Baldassarra, CEO di Seeweb  –  Negli ultimi anni la gestione energetica delle infrastrutture informatiche è migliorata notevolmente, con riduzioni dei consumi che non si osservano in nessun altro settore industriale. L'avvento del Cloud Computing, in veloce diffusione anche nel nostro paese, promette di essere la tecnologia che, tra gli altri benefici, potrà portare una ulteriore riduzione dei consumi delle infrastrutture ICT di oltre il 50% rispetto alle soluzioni convenzionali”.

Seeweb ha introdotto la prima soluzione di Cloud Computing esistente sul mercato italiano - completamente realizzata e gestita in Italia - che assicura la compliance nelle normative sulla sicurezza e nel trattamento e gestione dei dati, requisiti imprescindibili per le PA. Proprio per le Pubbliche Amministrazioni Seeweb propone un'infrastruttura Cloud Computing capace di interagire con le risorse ICT preesistenti degli Enti, addirittura attraverso l'interazione con il Sistema Pubblico di Connettività. Il risultato  è la realizzazione , “on the cloud”,  perfino delle cosiddette “porte di dominio” (interfacce che hanno lo scopo di assicurare che lo scambio elettronico di informazioni tra le Pubbliche Amministrazioni abbia le stesse caratteristiche di quello tradizionale: carta, firma, protocollo, fax eccetera) previste per l'interoperabilità dei sistemi informatici delle PA.

Si tratta di soluzioni che, con le nuove tecnologie “on the cloud”, non impongono nemmeno che l'Ente si doti di costose infrastrutture, in quanto l'intera componente tecnologica può essere acquisita sotto forma di servizio, con costi decisamente più bassi rispetto alle soluzioni tradizionali – prosegue Antonio Baldassarra - Tre sono i punti di forza di questo tipo di soluzioni: il basso costo, l'utilità per il cittadino e la rapidità con la quale i progetti possono essere resi operativi”.

Inserito il 21 di maggio 2010 in Forum PA 10
Permalink | Commenti (0)

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Hitachi Data Systems fra le nuvole: cloud, virtualizzazione e Healthcare

Hitachi Data Systems, fornitore di Services Oriented Storage Solutions, è stata affiancata alla manifestazione romana da alcuni tra i suoi Business Partner più attivi, con uno spazio dedicato all’interno dello stand organizzato da Assintel, associazione di riferimento delle imprese ICT.

La nostra partecipazione al Forum PA costituisce un’ottima occasione per presentare a clienti e prospect le novità più recenti in termini di soluzioni e servizi per lo storage. Quest’anno il nostro focus sarà dedicato ai temi del cloud computing e della virtualizzazione, oltre che all’analisi delle soluzioni che meglio rispondono alle crescenti esigenze del settore Healthcare", sottolinea Francesco Michea, Country Manager Italia di Hitachi Data Systems. “Il Forum PA si è da tempo qualificato come la vetrina privilegiata per esporre caratteristiche e vantaggi delle nostre soluzioni flessibili e aperte, destinate anche al settore Pubblico dove contiamo numerose referenze di primo piano al nostro attivo”.

Inserito il 21 di maggio 2010 in Forum PA 10
Permalink | Commenti (0)

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Kaspersky Lab blinda la PA, dai server agli smartphone

Nel corso di Forum PA, Kaspersky Lab ha presentato Kaspersky Open Space Security, il nuovo software prodotto dai Laboratori Kaspersky per una difesa efficace delle reti aziendali  La suite Kaspersky Open Space Security offre sicurezza per tutte le tipologie di reti, partendo dagli smartphone sino ai server. Il traffico dati dei computer (tra cui e-mail, traffico web e attività locali), viene controllato in entrata e in uscita per evitare che il malware si insinui nella rete aziendale. La gestione delle attività di scansione è semplificata grazie a potenti e intuitivi strumenti di amministrazione.

Alexander Moiseev
, Managing Director di Kaspersky Lab Italia ha commentato: «Il nostro compito è fornire ai nostri clienti le più moderne tecnologie per garantire i più elavati standard di sicurezza informatica. La presenza di Kaspersky Lab a questo importante appuntamento vuole testimoniare la nostra volontà di costruire relazioni solide e continuative con l'Amministrazione Pubblica e le imprese, interlocutori per noi di prim'ordine e attori fondamentali per lo sviluppo dell'economia italiana».

Inserito il 21 di maggio 2010 in Forum PA 10
Permalink | Commenti (0)

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

L'ufficio cloud di Google per la PA

In occasione del Forum PA, Google presenta numerosi progetti realizzati per la Pubblica Amministrazione centrale e locale dalla divisione Enterprise di Google Italia, in collaborazione con i propri partner. Tra questi progetti, spiccano in particolare quelli per l’Aeronautica Militare, le regioni Veneto, Valle d’Aosta e Lazio, la Provincia di Milano, il Comune di Firenze, Digicamere e molti altri.

Presso lo stand Google, inoltre, è previsto un nutrito calendario di workshop a ingresso libero focalizzati sulla presentazione delle soluzioni di Google per il Cloud Computing, l’Enterprise Search e i sistemi informativi geografici, nonché sull’illustrazione di alcuni esempi di uso reale delle tecnologie Enterprise di Google nella PA.

Google ha illustrato il protocollo d'intesa con il Ministero dell'Innovazione per l’utilizzo strategico delle nuove tecnologie digitali siglato a febbraio 2010. Inoltre ha presentato tre casi di uso reale della tecnologia di Google (Comune di Firenze, Comune di Roma e Comune di Venezia:) per aumentare efficienza e trasparenza nella PA locale.

Con Google Maps e GoogleEarth per PA e Turismo, Google ha fornito esempi pratici e applicazioni per turismo, beni culturali, mobilità, localizzazione mezzi e immobili, sicurezza. L’esperienza di VisitTrentino.it.

Chiudono gli incontri: Confcommercio Prato (Caso pratico di utilizzo delle tecnologie Google); Università di Firenze: il search entra in Facoltà.

Inserito il 20 di maggio 2010 in Forum PA 10
Permalink | Commenti (0)

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Asus in punta di dita fra i banchi di scuola e nella sanità

Asus (pad. 9 stand 22A) mosta le proprie soluzioni tecnologiche per il mondo dell’Istruzione, la Sanità Pubblica e gli Enti Locali. Nell’ambito della manifestazione romana, Asus è anche tra i protagonisti del Premio “A scuola di innovazione”, finalizzato a valorizzare i migliori oggetti didattici digitali prodotti nelle scuole.

Per quanto riguarda la Eee Family, presso lo stand ASUS è possibile toccare con mano diverse soluzioni che si prestano perfettamente a svariate applicazioni e impieghi nella pubblica amministrazione. Gli EeeTop PC, i nuovi PC all-in-one touchscreen, ad esempio, sono stati scelti nella sanità pubblica, per ottimizzare la gestione dei dati clinici e la comunicazione con i pazienti. Sotto i riflettori anche le nuove proposte dei noti netbook Eee PC, incluso il tablet multitouch T101MT, ideali per un utilizzo in ambito scolastico a supporto di una didattica sempre più digitale ed interattiva che coinvolga maggiormente gli studenti e permetta ai docenti di attivare forme di insegnamento di nuova generazione. Grazie poi alle dimensioni e al peso ridottissimo, questi mini PC si rivelano uno strumento ideale per funzionari, amministratori e per tutti coloro che devono utilizzare il computer in condizioni di estrema mobilità. I piccoli EeeBox PC sono computer versatili, attenti ai consumi e dalle dimensioni così contenute da poter persino scomparire del tutto quando alloggiati dietro un display.

Per quanto riguarda i computer portatili, sono esposti diversi modelli, tra cui quelli della serie UL (UnLimited), che coniugano prestazioni, leggerezza e lunga autonomia di lavoro, passando per la versatile serie K, fino ai notebook della serie N, che si distinguono per potenza elaborativa e sezioni audio e video.

In esposizione sono anche le ultime proposte firmate ASUS nell’ambito dei monitor LCD, in grado di distinguersi per la qualità dell’immagine, il profilo sottile ed il design elegante, tra cui un innovativo modello con schermo basculante e la possibilità di regolarne l’altezza anche in verticale, ampliandone significativamente, quindi, gli ambiti di utilizzo.

“La nostra offerta, sempre più articolata e completa, è oggi in grado di rispondere alle richieste di un pubblico davvero eterogeneo.”, ha dichiarato Paolo Schirru, Business Manager Telco & Commercial Department di ASUSTeK Italy, “Al Forum PA ci presentiamo, quindi, con un ventaglio di prodotti davvero ampio ed in grado di soddisfare anche diversi mercati verticali, tra cui quello dell’education, dove abbiamo già intrapreso diverse iniziative proprio a favore di una scuola sempre più digitale e, quindi, innovativa”.

ASUS è, infatti, tra i protagonisti anche del Premio “A scuola di innovazione”, l’iniziativa promossa dal Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, in collaborazione con FORUM PA: per promuovere e valorizzare l’utilizzo della didattica digitale nelle scuole italiane. Gli studenti e gli insegnanti, i cui prodotti per una scuola digitale verranno ritenuti vincitori, saranno premiati anche con i nuovi computer all-in-one touchscreen EeeTop PC, i netbook Eee PC Seashell ed i versatili notebook ASUS K50, nel corso di una cerimonia dedicata che si terrà a chiusura della manifestazione il 20 Maggio direttamente all’interno del FORUM PA e che vedrà la partecipazione, tra gli altri, del Ministro Renato Brunetta.

Inserito il 19 di maggio 2010 in Forum PA 10
Permalink | Commenti (0)

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Oracle punta su supporto, Business e Local Intelligence e la virtualizzazione di Sun

Oracle (Pad. 9 - Stand 18A) dedica postazioni specifiche a due temi chiave per la pubblica amministrazione: i servizi di supporto che Oracle dedica ai propri clienti, particolarmente importanti per organizzazioni complesse come gli enti pubblici, e gli strumenti di Business Intelligence, per ottenere completa visibilità sui processi degli enti e guidarne il percorso verso l’eccellenza manageriale.

Oracle si presenta alla Pubblica Amministrazione insieme a Sun: un’unione che consente di mettere a disposizione del settore pubblico un’offerta unica, completa e integrata, dai dischi alle applicazioni. Nello spazio espositivo di Oracle sono a disposizione dei visitatori le tecnologie e le soluzioni Sun che possono rivelarsi utili per aumentare l’efficienza degli enti pubblici, come per esempio la virtualizzazione del desktop.

La presenza di Oracle alla manifestazione romana si articola anche attraverso un calendario di appuntamenti nel contesto dell’iniziativa Master Diffuso. Oracle ospita presso il proprio stand sette percorsi di formazione su altrettanti temi: si tratta di moduli di 50 minuti ciascuno che verranno replicati per tutti giorni della manifestazione. In particolare, i percorsi proposti da Oracle sono i seguenti:
la Location Intelligence applicata all’agricoltura (progetto di AGREA, Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura della Regione Emilia-Romagna, che ha adottato un sistema di monitoraggio e controllo dei fondi EU destinati alle aziende vitivinicole della Regione Emilia Romagna); recuperare efficienza per mettere al centro il Cittadino (nell’area tematica Innovazione e trasferimento tecnologico, il seminario vertesui sistemi Sun che, ottimizzando le performance del database e quindi delle applicazioni che vi si appoggiano, consentono agli enti di fornire al cittadino servizi migliori, accessibili online in modo facile e sicuro); Innovazione e Servizi orientati al Cittadino (nell’area tematica PA senza carta, presenterà il caso della Corte dei Conti che, attraverso la realizzazione del sistema Servizi On Line (SOLe), si propone di creare un portale unico da cui i cittadini possono accedere ai servizi dell’ente); Come coniugare il risparmio energetico con l'efficienza dei servizi online (nell’area tematica Innovazione e trasferimento tecnologico, sarà focalizzato su tecnologie all’avanguardia come la Sun Oracle Database Machine, che consente alla PA di fornire al Cittadino servizi online di maggiore qualità, garantendo efficienza e velocità nella risposta e, allo stesso tempo, una riduzione dei consumi energetici); La gestione documentale e l’automazione degli iter amministrativi (ell’area tematica PA senza carta, illustrerà il progetto di gestione documentale realizzato per l’Area Politiche per lo sviluppo economico, lavoro e innovazione dell’Assessorato allo Sviluppo Economico della Regione Puglia, intrapreso al fine di razionalizzare e semplificare i procedimenti amministrativi e le attività gestionali ad essi connesse); Support Services: per la PA, con la PA (all’interno dell’area tematica Innovazione e trasferimento tecnologico, è l’occasione per chiarire come un gruppo di Support Services come quello Oracle possa sostenere il cambiamento profondo che i sistemi informativi della PA devono attraversare); Una nuova sceneggiatura per il CRM della Pubblica Amministrazione (nell’area tematica La casa del Welfare, sarà dedicato alle soluzioni che consentono agli Enti di focalizzarsi maggiormente sulle proprie attività istituzionali e, in questo modo, di indirizzare meglio le crescenti aspettative che il Cittadino ha nei confronti dei servizi pubblici).

Oltre che a Master Diffuso, Oracle prende parte infatti a TechFOr (Padiglione 6 - Stand 12C), il Salone internazionale delle Tecnologie per la sicurezza, con uno spazio dedicato presso lo stand AFCEA. Oracle interviene anche al convegno di apertura di TechFOr, previsto il 17 maggio alle ore 14, un momento privilegiato di confronto tra professionisti pubblici e privati in materia di protezione dei cittadini e sicurezza del territorio.

Oracle è poi una delle aziende protagoniste della Piazza dell'Innovazione (Padiglione 8 - Stand 7), allestita in uno spazio immediatamente limitrofo a quello del Ministero per la PA e l’Innovazione e dedicata ai progetti innovativi che vedono nell’ICT la leva per una PA più veloce e vicina. Presso la postazione è possibile conoscere le soluzioni che l’azienda mette a disposizione per automatizzare i processi normativi al servizio del cittadino, per la gestione delle performance e per lo sviluppo delle risorse umane della PA.

Inserito il 18 di maggio 2010 in Forum PA 10
Permalink | Commenti (0)

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Sui banchi dell'Innovazione: 850 candidature in cerca dei vincitori

A scuola di Innovazione è  il “Concorso per le migliori realizzazioni digitali nel campo della didattica” organizzato dal Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione in collaborazione con FORUM PA. Il ministro Brunetta premierà i vincitori. Il “Concorso  si basa sul concetto di una società basata sulla libera conoscenza e sulla condivisione dei mezzi tecnologici e multimediali.

850 sono le candidature pervenute che mettono in luce le performance di studenti e docenti nel campo dell’innovazione tecnologica applicata alla scuola, tra queste 15 i progetti scelti, che verranno premiati il 20 maggio durante Forum PA 2010, dal Ministro Brunetta.

I vincitori (grazie anche agli sponsor ASUS, Engineering, Garamond, Know K e Microsoft) riceveranno i seguenti premi:  un pc ASUS di ultima generazione con tecnologia touchscreen, 1 videoproiettore offerto da Engineering, un pacchetto di contenuti didattici digitali Garamond e software, per ogni istituzione scolastica vincitrice; un netbook ASUS, per il docente referente del gruppo classe; pacchetti Office e pen drive, per gli studenti.

Inoltre, per ognuna delle cinque categorie del Premio, le scuole vincitrici che hanno proposto il miglior prodotto riceveranno anche una Lavagna Interattiva Multimediale Interwrite (LIM) offerta da Know K.

Inserito il 18 di maggio 2010 in Forum PA 10
Permalink | Commenti (0)

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Pubblicità