Blog Eventi

NetMediaEurope Italia

Yahoo! Da Answers alle sfide del mercato mobile

"I risultati dell'advertising online non hanno deluso, almeno non Yahoo!: nel primo semestre 2008 il mercato ha fatto segnare un significativo +25%, sceso a un modesto +11% nel terzo quadrimestre, ma la mia azienda performa meglio del mercato, tanto più perché, anche in termini di audience, mentre il mercato cresce del 16%, noi arriviamo al 23%".

Yahoo_iab

Esordisce così Lorenzo Montagna, Direttore Commerciale di Yahoo! Italia, nella nostra chiacchierata 'informale' a IAB Forum oramai concluso. E prosegue: "Da oltre oceano sono in arrivo prodotti per tutto il 2009 che seguono e completano quanto abbiamo già fatto e presentato nel corso di questa manifestazione, Yahoo! Branding è solo l'ultimo esempio".
Si tratta di una soluzione che permette di raggiungere gli utenti che hanno dimostrato continuità di interesse verso una precisa tipologia di prodotti e servizi, in modo da consentire alle aziende di pianificare campagne mirate. Yahoo! Branding è basato sulla tecnologia Behavioural Targeting per l'analisi del comportamento online degli utenti. Montagna precisa: "Yahoo! non utilizza indirizzi, nomi, cognomi ma analizza i percorsi degli utenti registrati. E' in grado di dire quindi cosa fa un utente quando è sul sito, per inquadrare nel suo complesso un comportamento di navigazione, ma rinuncia per esempio all'email advertising, considerato più fastidioso".

E proprio quando si inizia a parlare del comportamento degli utenti sul Web è inevitabile approfondire alcuni aspetti del Web 2.0. Spiega Montagna: "Yahoo! più di due anni fa ha iniziato a scommettere su Answers il servizio che consente agli utenti registrati di porre delle domande e ricevere da altri iscritti le risposte. I contenuti praticamente sono a costo zero, è il pubblico a essere protagonista, ma otto milioni di utenti ci hanno premiato e dal punto di vista della comunicazione e come indicazione per le aziende è chiaramente un esempio di successo".
Flickr!, Facebook, YouTube e il proliferare di altre centinaia di esempi non sarà un trend che potrà durare ancora per molto. Lorenzo Montagna vede due evoluzioni possibili: "Le persone potrebbero continuare a fare quello che in realtà hanno già fatto e cioè concentrare i propri interessi solo su alcune risorse, ma potremmo anche assistere al nascere di sistemi di collegamento, una sorta di "collante" in grado di aggregare contributi concessi a un portale su altri portali simili".
In ogni caso è relativamente scontato intravedere quale sarà la sfida dei prossimi due, tre anni. Farsi trovare pronti con i servizi di advertising e il Web 2.0 per il mondo mobile.
Al mondo entro la fine dell'anno ci saranno 4 miliardi di cellulari, rispetto a 1 miliardo e 200 milioni di computer, 220 milioni di lettori MP3 e il medesimo numero di fotocamere, ma soprattutto sarà ancora più matura la generazione mobile/online. Secondo Montagna accadrà un po' quello che è già avvenuto all'inizio della diffusione della banda larga: "Dopo questi due anni di tariffazioni salate sul traffico dati, i prezzi scenderanno e anche i dispositivi in circolazione saranno più maturi (quasi tutti 3G, 3,5G), bisognerà saper approfittare dell'attenzione del pubblico con nuovi modelli di advertising e servizi, studiati per chi è in mobilità, cerca soluzioni quando è fuori da casa propria e dall'ufficio e, in sostanza, si trova sempre online. Aspettiamo di vedere i prodotti che la casa madre negli Stati Uniti sta già studiando, ma è certo che la scomessa si gioca tutta su questo fronte. Qui si può rischiare e crescere"

[Mario De Ascentiis]

Inserito il 10 di novembre 2008 in IAB Forum 08
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

WebTrends: l'evoluzione delle web analitics passa anche per l'offline

Giovanni Vernia, consultant di WebTrends per l’Italia, sostiene che il comportamento dei clienti emerge dal mix tra dati online e offline. Mediamarket si affida a WebTrends per l'analisi delle vendite online

Proprietaria di Media World, Saturn e Media World Compra On line, Mediamarket ha adottato la soluzione WebTrends Analytics 8.5 nella versione on demand. Questa soluzione fornisce metriche real time, funzioni di reporting e business intelligence personalizzabili.

In particolare, Mediamarket potrà avere una panoramica dei comportamenti dei visitatori all’interno del sito stesso e sapere l’efficacia della navigazione e dei contenuti.

L’evoluzione della web analitics – spiega Vernia, consultant di WebTrends per l’Italia – passa anche attraverso sistemi di analisi off line, come possano essere le misurazioni di comportamento dei clienti che utilizzano le fidaty card e, i dati raccolti nell’uno e nell’altro modo, possono essere mixati per capire sempre il comportamento dei clienti. So che per esempio, una procedura simile è attuata da Vodafone Uk. La misurazione dei risultati in campo It o consumer electronics – spiega Vernia - può essere più semplice, rispetto ad altri settori perché le customizzazioni da fare non sono così spinte come in altri settori”.

Inserito il 6 di novembre 2008 in IAB Forum 08
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Layla Pavone: La crisi non deve fermare gli investimenti

Layla Pavone apre lo IAB Forum di Milano con un dato (in parte) che sembra essere confortante - considerato il momento non proprio felice - per gli investimenti in pubblicità online: per il 2009 si prevede una crescita del 20 %, ma pur sempre inferiore a quanto previsto a inizio anno (+40%). Nella videointervista un'analisi attenta della situazione del mercato italiano, con criticità ma anche punti di forza.

Inserito il 6 di novembre 2008 in IAB Forum 08
Permalink | Commenti (0) | TrackBack
Tag Technorati: , , , , , ,

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

La pubblicità in Rete è un antidoto contro la recessione

A Iab Forum Internet è protagonista: il 96% degli europei guarda meno Tv e la pubblicità sul Web crescerà del 20% anche nel 2009. L'advertising online crescerà ancora a due cifre e nel 2009 sarà un antidoto anti recessione. In sintesi è quello che è emerso dal convegno inaugurale di Iab Forum.

Nel giorno della vittoria di Barack Obama, nel segno del Web (come scrive oggi Federico Rampini sul suo blog), Internet fa da padrona. Anche a Iab Forum, dove non si discute solo di advertising online, banner, media digitali, ma si parla di come Internet riesca a far "saltare i paradigmi di marketing e advertising". Siamo nel pieno di una innovazione della comunicazione, dove le news arrivano prima online che su altri mezzi e dove gli utenti hanno in mano le "chiavi della comunicazione", potenso anche modificare le informazioni.

La Rete non corre più a ritmi forsennati, ma vola sempre a due cifre: in Italia, con 25 milioni di internauti consolidati, al 20%, dai 665 milioni di euro del 2007 agli 847 milioni di euro attuali.



A Iab Forum Internet fa la parte del leone: il 96% degli europei guarda meno Tv (anche se la Tv va sempre forte), il 22% compra meno quotidiani economici, il 21% meno quotidiani d'informazione, il 20% meno sportivi e il 18% meno periodici. L'advertising online invece crescerà ancora a due cifre (al 20%) e nel 2009 sarà un antidoto anti recessione: i tool di analisi e profilazione target sono strumenti per misurare i risultati con efficacia e a costi contenuti.

Nell’ultimo mese il 31% si è connesso in Rete per leggere le ultime notizie, il 21% per utilizzare home banking e simili, il 17% per social networking, il 10% per ascoltare la radio e il 4% per guardare la Tv.

Inserito il 5 di novembre 2008 in IAB Forum 08
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

L'agenda di Iab Forum del 6 novembre

L'agenda del 6 novembre invece prevede i seguenti appuntamenti: la sessione plenaria della mattinata apre con "Internet: cuore della comunicazione e della pubblicità"; seguiranno l'intervento di Enrico Gasperini, Presidente Audiweb, e i "New media lo scenario europeo" di Alain Heureux, Presidente IAB Europe; poi "Due ore con UPA". Il Web 2.0 a cura di ag Advertising occupa il workshop pomeridiano: con Blog Advertising di Tag advertising; Yahoo! Answers Italia; Social Network: nuovi scenari per comunicare con gli utenti di MySpace. Il secondo workshop è dedicato alla Web Analytics a cura di Trackset con i seguenti interventi: Ottimizzare il Business Online con WebTrends Marketing Lab 2, Misurare l’usabilità. L’efficacia oggettiva dell’usabilità in Jacuzzi Europe e Findomestic Banca di About User; Navigazione da Mobile: analisi dei trend sul network ShinyStat; Web Analytics Strategies.
Il terzo workshop è dedicato al Search engine a cura di Webranking: il Search Marketing oggi: da "primi su Google" a consulenza strategica per la costruzione di relazioni; User Generated Content: quanto la presenza nelle ricerche influenza la user experience.

Infine nei Workshop Personalizzati si parlerà di: Buzz marketing: come scatenare il passaparola online; Aumentare la visibilità, la credibilità e i risultati delle aziende attraverso i contenuti, valorizzando i "digital assets" (AdMaiora); I vantaggi di un partner unico per l'advertising: casi concreti (Microsoft).

Inserito il 5 di novembre 2008 in IAB Forum 08
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Seimila iscritti a Iab Forum 2008

A Milano (in Fiera Milano City - Milano Convention Center) apre Iab Forum 2008 e mette in vetrina advertising online e media digitali, nell'era di Google, della blogosfera, del passaparola online, del social network e del Web 2.0. Non solo banner, ma Internet come volano della crescita. Ecco i numeri di Iab Forum 2008: oltre 80 espositori, 6.000 iscritti e un incremento del numero degli investitori coinvolti pari al +35% rispetto al 2007.

Anche nell'anno della crescita zero per il mercato pubblicitario, Internet crescerà sempre a doppia cifra, nell’ordine del +20%. Non correrà al livello degli anni passati, ma, nonostante il ritardo della cultura tecnologica in Italia e nonostante le oggettive carenze infrastrutturali (il Digital Divide che spezza in due il paese), continuerà a crescere, a dispetto del trend negativo per la carta stampata, e della calma piatta per la Tv.

«La crescita inarrestabile di milioni di utenti conferma quanto la Rete e i new media non debbano più essere considerati solo alla stregua di fenomeni temporanei, ma mezzi espressivi che hanno determinato un’evoluzione culturale e organizzativa. I tempi sono ormai maturi per traslare queste nuove dinamiche su un piano strutturale a livello di Sistema Paese, affinché Internet e i media digitali possano affermarsi quali mezzi efficaci per favorire il recupero della competitività delle imprese italiane e rappresentare un valido strumento anche per la pubblica amministrazione» ha commentato Layla Pavone. «IAB Forum 2008 si pone ancora una volta come autorevole punto di incontro per tutte le aziende che operano nel digitale in modo professionale e serio, favorendo il confronto tra domanda e offerta per analizzare il mercato nei suoi molteplici aspetti».

Inserito il 5 di novembre 2008 in IAB Forum 08
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Workshop a Iab Forum del 5 novembre

Nell'agenda del 5 novembre sono previsti i seguenti workshop: sulla Cross medialità, sull'e-mail marketing, i workshop personalizzati (Google for Branding, Rethinking the TV Experience di Rai-Sipra, L'advertising e la comunicazione interattiva @ adobe.com, Adv digitale prêt-à-porter: dal dominio al click di Dada, Il Marketing on-line non è mai stato così efficace, grazie ad Interwoven).

Inserito il 4 di novembre 2008 in IAB Forum 08
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Il convegno di apertura a Iab Forum

Domani debutterà l'edizione 2008 di Iab Forum con l'apertura dei Lavori: “Il ruolo di internet nell’economia italiana”, a cura di Layla Pavone, Presidente IAB Italia, Managing Director Isobar Communications.
Seguirà un convegno intitolato Internet, opportunità per l’Italia - Scenario di riferimento e numeri, con Paolo Duranti (Nielsen Media Research), Roberto Binaghi (CEO Omd e Presidente Centro Studi AssAPServizi di AssoComunicazione), Marco Vernocchi (M&E Europe/Africa/Latin America Accenture),
Alison Fennah (Executive Director, European Interactive Advertising Association).

Nel pomeriggio, sarà possibile ascoltare il punto di vista di Paolo Romani (Sottosegretario allo Sviluppo Economico con delega alle Comunicazioni), Marco Roveda (Fondatore LifeGate “Internet fa bene all’ambiente”), Marco Montemagno (Co-fondatore Codice Internet, curatore conduttore SKY Tg24 Reporter Diffuso Internet, economia e società).

Inserito il 4 di novembre 2008 in IAB Forum 08
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Da Iab le linee guide allo spot online

Iab rilascia le linee guide allo spot online. Si tratta di cinque iniziative per sopravvivere alla recessione e vedere crescere ancora la spesa nell'advertising onle: le linee guida per l'ecosistema online riguardano: E-Business Interactive Standards, Digital Video Ad Serving Template, workflow, load performance e rich media ads.

Inserito il 3 di novembre 2008 in IAB Forum 08
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Adobe partecipa a Iab Forum

Adobe sarà presente all’Interactive Advertising Bureau Forum, l’appuntamento annuale di confronto sulle opportunità offerte dai nuovi media digitali interattivi e sulle prospettive del settore, con l’obiettivo di approfondire i nuovi scenari e le potenzialità della Rete.

Adobe sarà a Iab Forum allo stand numero 52, dove sarà possibile partecipare a numerosi incontri gratuiti a calendario: per conoscere le nuove tecnologie Adobe, dimostrazioni sulla nuova Creative Suite 4 e testimonianze con casi reali.

Mercoledì 5, alle ore 15.30,  Adobe presenzierà anche al workshop dal titolo: "L'advertising e la comunicazione interattiva @ adobe.com" a cura di Andrea Amadeo, Business Development Manager Video & Web Solutions di Adobe Systems Italia, e Federico De Nardis, Amministratore Delegato MC2.

Inserito il 31 di ottobre 2008 in IAB Forum 08
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Pubblicità