Blog Eventi

NetMediaEurope Italia

Smau a quota 49mila professionisti Ict

L'edizione 2009 di Smau ha chiuso i battenti. Ecco la tre giorni di Smau 09 in cifre: 49mila professionisti Ict al Salone dell'Ict; 500 aziende ICT con i player riuniti in 40mila mq; i 200 percorsi formativi mirati per il pubblico professionale in visita, con 11mila partecipanti.

I “Percorsi dell’innovazione. Dall’idea al business”, l’area curata da Emil Abirascid, giornalista professionista, ha messo in mostra le più innovative start up e spin off, i centri di ricerca e università, parchi scientifici e distretti tecnologici e ancora aziende ICT che hanno presentato prototipi non ancora presenti sul mercato. Durante l’ultima giornata Illusion Network, Sound Trkr, Visup e Work City sono state premiate come le migliori start up presenti a Smau 2009 nell’ambito dell’Innovation Day; l’iniziativa ha avuto inizio con una  tavola rotonda in cui Regione Emilia Romagna, Regione Piemonte, Regione Lombardia, Regione Lazio, Provincia Autonoma di Bolzano e Provincia di Milano si sono confrontate sul futuro delle politiche degli enti locali a favore delle giovani imprese ad alto contenuto tecnologico. Al termine la Regione Lombardia ha consegnato di un riconoscimento particolare alla giovane impresa Itsme, nuova realtà considerata la più promettente tra quelle lombarde presenti.

Smau ricomincerà a parlare di innovazione a partire da gennaio con Smau Business Roadshow. Gli appuntamenti dedicati alle piccole e medie imprese del territorio, alle pubbliche amministrazioni e ai dealer locali toccheranno quest’anno 5 città: Bari (gennaio), Roma (febbraio), Torino (marzo), Padova (maggio) e Bologna (giugno). Smau tornerà infine a Milano dal 20 al 22 ottobre 2010

Inserito il 26 di ottobre 2009 in Smau 09
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Plantronics verso il virtual office e il telelavoro

Plantronics coglie l'occasione per presentare gli ultimi prodotti e le novità dell’azienda, ma anche per condividere con tutti i protagonisti del mondo IT in Italia la sua visione del futuro. Per riorganizzare gli spazi lavorativi, consentita dalle nuove tecnologie di comunicazione.

SMAU 2009 è una straordinaria opportunità – conferma Ilaria Santambrogio, Marketing Manager di Plantronics – che ci permetterà di inserirci nel sempre più interessante dibattito relativo all’impiego di tecnologie sul luogo di lavoro, che consentano di migliorare la produttività dell’azienda, razionalizzando al contempo i costi e l’impiego delle risorse. Plantronics con la sua comprovata eccellenza nella produzione di periferiche audio di elevata qualità, è in prima linea nella promozione di tecnologie e applicazioni di nuova generazione per l’azienda, mirati a realizzare ambienti lavorativi flessibili grazie a soluzioni di Unified Communication”.

Allo scopo di sensibilizzare i manager aziendali verso la consapevole adozione di nuove soluzioni tecnologiche, Plantronics è protagonista di un workshop intitolato “Smarter Working, la tecnologia al servizio della persona”. Nei prossimi 5-10 anni, le aziende punteranno sempre di più sulla flessibilità degli spazi, agevolando la transizione verso il virtual office e il telelavoro: una scelta all’insegna di una più razionale gestione delle risorse umane ma anche e soprattutto un superamento del tradizionale concetto di ufficio, con un conseguente ridimensionamento e razionalizzazione dei costi fissi.

Prodotti Plantronics come Savi Go e Savi Office, oppure Voyager Pro, sono già stati progettati con l’intento di aiutare le aziende a estendere i vantaggi della comunicazione IP e per venire incontro alle esigenze dei professionisti della nuova generazione.
Sempre in quest’ottica, Plantronics ha saputo costruire dei proficui rapporti di collaborazione con i principali sviluppatori di applicazioni per azienda, collaborando con loro alla creazione di ambienti UC integrati e funzionanti sia dal punto di vista hardware, sia software.

La gamma di cuffie e auricolari Plantronics dedicati alla UC sono infatti stati certificati dalla stessa Microsoft e sono perfettamente compatibili con le ultime evoluzioni di Microsoft Office Communicator.

Anche IBM ha puntato da tempo sulla Unified Communication, con Sametime Unified Telephony: Plantronics è partner privilegiato del colosso americano nella realizzazione di soluzioni integrate software e hardware.

Inserito il 23 di ottobre 2009 in Smau 09
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Paura dell'influenza A? Hi Touch svela il nuovo Pda antisettico M3 White

Hi Touch, la nuova azienda del Gruppo Aton rivolta al canale ICT, nell’area dedicata alle soluzioni Mobile & Wireless (PAD3; B38), presenta in anteprima la nuova linea di terminali di Field Force Automation dell’azienda coreana M3 Mobile, tra cui l’M3 White, il  primo PDA antisettico appositamente studiato per il mercato sanitario e farmaceutico.

Completamente bianco e antibatterico, dotato di lettore Rfid e barcode, il nuovo terminale è flessibile e ideale per le esigenze di applicazioni mobili in ambienti quali ospedali, ambulanze, magazzini farmaceutici.
Hi Touch permette di toccare con mano anche altre novità della linea di prodotti di M3 Mobile per la Field Force Automation e la logistica. A completamento dell’offerta Hi Touch viene presentata la linea di stampanti portatili Nebula realizzate dal Gruppo Aton mettendo a frutto la propria esperienza nel Direct Store Delivery.


Inserito il 23 di ottobre 2009 in Smau 09
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Il back up visto da Axel, Tandberg Data e Thecus

Axel (Pad. 13 - Stand A14), azienda specializzata nella memorizzazione e alla salvaguardia dei dati, distribuisce un'ampia gamma di tecnologie presenti nel mondo del back up e dello storage.
Presso il proprio stand Axel presenta, oltre alle proprie proposte di soluzioni backup, le ultime novità dei vendor Tandberg Data e THECUS.


Tra I prodotti Tandberg Data: RDX backup su Hard disk drive (la cartuccia, elemento essenziale della periferica e' un HD da 2" con interfaccia SATA carrozzato in modo da escludere danneggiamenti dovuti ad  eventuali urti o cadute: il drive e' una periferica da 3,5" o 5,25" con interfaccia di collegamento SATA o USB se interno oppure USB se esterno); la famiglia degli storageloader LTO prodotti di automazione del backup (con cambio cassette effettuato automaticamente con un sistema di robotica che  che ripone le data cartridge all'interno di spazi posti nei magazzini laterali); le librerie T24 (che possono ospitare fino a 24 posti nastro e possono montare fino a 2drive di scrittura e lettura: interfaccia di collegamento SCSI o SAS o Fiber Channel); libreria T40+ (può ospitare fino a 40 posti nastro e montare fino a 4 drive in lettura e scrittura, Interfaccia di collegamento SCSI o SAS o Fiber Channell. Con possibilità di gestire fino a 4 magazzini collegati in cascata all'unita' principale).

Ecco una carrellata dei prodotti Thecus: N5200 (la più affidabile soluzione di storage a 5 alloggiamenti con numerose potenti funzioni: ’N5200PRO ha superato le difficoltà per fornire un ambiente di memorizzazione e condivisione dei file stabile e sicuro con prestazioni senza pari e funzionalità per gli operatori informatici e gli utenti SOHO); N5500 (con l’esclusivo design DualDOM, viene installato un DOM extra per assicurarne l’attività continua e senza problemi; gli utenti non devono preoccuparsi di downtime dovuti a guasti imprevisti: otato dell’interfaccia via web basata su tecnologia AJAX di Thecus di nuova generazione, che lo rende il NAS Thecus di più facile utilizzo); N7700SAS (una nuova generazione di prestazioni per i dati. Sette alloggiamenti per offrire pieno supporto per hard disk SAS (Serial Attached SAS) per ottenere un throughput ultraveloce); N7700PRO (successore dell’N7700 N7700PRO si basa su prestazioni eccezionali; al suo interno una CPU Intel Core 2 Duo e 4GB di stupefacente memoria ad alta velocità DDR2 800, che lo rendono la più potente unità NAS oggi disponibile. In effetti, con il suo slot PCI-e, l’N7700PRO riesce a raggiungere velocità di trasferimento dati di oltre 330MB/s tramite l’aggiunta di un adattatore Ethernet PCI-e da 10Gb); N8800 /N8800SAS (dotato di otto alloggiamenti per dischi rigidi SATA da 3,5”, l’N8800 offre una massiccia capacità di storage in 2U da rack; questa combinazione produce una potente ma abbordabile soluzione di storage di rete perfetta per le aziende di medie e grandi dimensioni. Supporta gli iniziatori iSCSI, che permettono ai server di accedervi come dispositivo di storage direct-attach via LAN o via Internet con eccellenti velocità di trasferimento).

Inserito il 23 di ottobre 2009 in Smau 09
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Contact Pro 2010 aggiorna il telemarketing di Sysman

Sysman (Pad. 4 Stand C90), società del Gruppo Altesys specializzata in soluzioni di Crm, presenta a Smau, Contact Pro 2010, major release della soluzione per il database marketing, il telemarketing e il contact management, indirizzata ad aziende di ogni dimensione e settore che abbiano l’esigenza di presidiare in modo completo i rapporti con la propria clientela, integrando tutti i canali di comunicazione.

Le attività di CRM, database di marketing, telemarketing e contact management, se sapientemente gestite attraverso un software professionale sono strumenti ottimali ed economicamente convenienti per il raggiungimento di obbiettivi quali la ricerca di nuovi clienti e di nuovi mercati, la fidelizzazione dei clienti precedentemente acquisiti, nonché l’efficace gestione della propria forza vendite.
Reciprocal CRM è una nuova filosofia di CRM dove tutti gli attori coinvolti nei processi aziendali beneficiano “reciprocamente” dell’aumento del business generato semplicemente seguendo le linee guida della piattaforma installata.
La filosofia di Reciprocal CRM prevede la circolazione continua, attraverso processi codificati di marketing e vendite, del patrimonio di informazioni che normalmente vengono intercettate da ogni organizzazione commerciale ma che, per mancanza di infrastrutture dedicate, vengono disperse e con loro il valore fondamentale che rappresentano.
Contact Pro 2010 rende disponibili un insieme di soluzioni che permettono di presidiare un processo completo di CRM, garantendo, nel minor tempo e costo possibili, risultati di successo e lo sviluppo del mercato con intelligenza ed efficienza.
Responsabili Marketing, funzionari di Vendita e gli stessi clienti, grazie alla filosofia di Reciprocal CRM diventano attori di uno stesso processo capace di generare efficienza, efficacia e aumento continuo del business generato.

Inserito il 23 di ottobre 2009 in Smau 09
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Apc guarda al Greeen It

Investire nella tecnologia per creare ambienti IT sostenibili”: è questo il messaggio che APC by Schneider Electric (Pad. 4 Stand B 119) vuole diffondere con la sua partecipazione a SMAU 2009. 

Da tempo APC è attenta ai temi del risparmio energetico e dell’impatto ambientale, traducendo il suo impegno in strategie mirate e nello sviluppo di un’offerta di prodotti e soluzioni IT studiati per garantire una migliore gestione dell’energia in ambito data center, tra le principali fonti di consumo energetico” spiega Fabio Bruschi, General Country Manager di APC by Schneider Electic. “Le tecnologie disponibili oggi nascono dalla consapevolezza che nel contesto informatico la maggiore causa di emissioni nocive è rappresentata proprio dalla produzione energetica richiesta dalle infrastrutture informatiche, spesso sprecata per problemi di dimensionamento. Se si riflette sul fatto che in una sala CED più della metà dell’energia è utilizzata dagli UPS e dal condizionamento, non dal carico IT, i benefici di una progettazione dell’infrastruttura corretta ed attenta all’efficienza energetica risultano evidenti. Un punto percentuale di efficienza in più nel data center corrisponde al 2% in meno di spesa nella bolletta energetica”.

Le parole chiave di Apc a Smau sono: Efficienza, Virtualizzazione, Gestione nelle Sale CED. Il primo step ai fini del risparmio nei consumi consiste nel corretto dimensionamento dell’infrastruttura di base rispetto al carico; ciò significa installare sistemi che operino nelle migliori condizioni, producendo meno calore e risultando meno soggetti alla probabilità di guasti. Questo approccio vantaggioso per il cliente si riassume per APC nel concetto di Efficient Enterprise, che affronta in modo integrato l’alimentazione, raffreddamento e gestione, riducendo le spese operative a vantaggio di potenza, controllo e profitti – e coniugando business continuity ed eco-sostenibilità.

Un altro tema protagonista nello stand APC a SMAU 2009 è la virtualizzazione, che com’è noto permette la drastica riduzione del numero di server in un data center con un risparmio notevole sulla bolletta energetica. APC segnala una questione spesso poco considerata: in un ambiente virtualizzato vi sono meno macchine da alimentare, ma tali macchine consumano più energia, aumentando il calore prodotto, che andrà smaltito dai sistemi di condizionamento. Ciò richiede l’utilizzo di sistemi di raffreddamento ad alta efficienza ed in grado di auto-regolarsi al fine di reagire proattivamente portando il freddo là dove è necessario, al variare dei carichi imposti alle macchine.  In questo senso, APC propone InRow SC, una tipologia di armadio di raffreddamento integrato flessibile, che può essere impiegato in sale di permutazione e sale server in modo del tutto indipendente, oppure come sistema parzialmente indipendente, da aggiungere in un secondo momento, per ampliare facilmente installazioni già esistenti.

Per massimizzare l’efficienza energetica dei data center la gestione ed il monitoraggio delle performance a livello capillare è essenziale. Proprio questa è una delle caratteristiche che distinguono APC come leader nel mercato, grazie alla soluzione InfraStruXure Central, che comprende i software Capacity Manager e Change Manager. Ultima evoluzione della suite di applicazioni per la gestione dell’infrastruttura fisica nel data center (DCPI), essa è caratterizzata da un’architettura open e flessibile, che permette di operare in modo proattivo ed abilita l’integrazione con i sistemi IT e di building management esistenti; nella sua più recente versione è stata dotata di strumenti per il controllo dei costi energetici e di simulazione predittiva, oltre che di una funzione che abilita la comunicazione fra prodotti di vendor diversi.

Smau sarà l’occasione anche per focalizzare l’attenzione sul canale. Dal 15 ottobre è attivo il  nuovo programma per i partner, definito da APC, allo scopo di allineare le competenze dei partner con le esigenze attuali dei clienti, aiutando a cogliere nuove opportunità di business. Il nuovo programma risponde alla necessità evidenziata dal mercato di nuovi strumenti, tecniche e tecnologie, ma anche di nuovi metodi che permettano ai vendor di ottimizzare la resa dei complessi percorsi di apprendimento necessari e di rendere i cicli di vendita più brevi.  I nuovi programmi prevedono quattro livelli: Registered, Select, Premier ed Elite, con percorsi chiari e differenziati che permettono ai partner di sfruttare vantaggi di pricing e promozionali, fornendo loro supporto costante e dando loro visibilità della direzione presa dal mercato e dagli stessi partner.

Il concetto di Green IT è il filo conduttore dell’offerta di soluzioni presentata da APC a SMAU.

Nel mercato Home/Home Office spiccano i nuovi modelli APC Back-UPS ES 550 e 700, dotati di una nuova funzione di risparmio energetico che si aggiunge all’alimentazione di back-up e alla protezione dai picchi di tensione garantita da questa nota linea di prodotti APC. I nuovi UPS sono caratterizzati da una tecnologia avanzata che ha consentito di aggiungere la funzionalità di risparmio energetico mantenendo la necessaria semplicità d’uso. Anche il packaging, realizzato con materiali riciclati, rispecchia l’intento ecologista del prodotto.

Nel mercato data center, un’altra novità è rappresentata dalla nuova serie Symmetra PX 250/500kW, gruppi di continuità  trifase per il mercato dei data center. Grazie al livello di efficienza ultra-elevata, operatività quasi interamente silenziosa e ridondanza N+1, APC Symmetra PX 250/500kW è il primo vero UPS modulare al mondo ad essere scalabile in modo semplice tramite moduli da 25kW fino a 500kW. Tale soluzione risulta ideale per le installazioni destinate all’alta densità o a più elevata potenza, cruciali per massimizzare i risultati ottenibili dalla virtualizzazione dei data center.

Nell’ambito del Condizionamento Perimetrale APC propone invece le nuove soluzioni In Room che permettono di monitorare e mantenere costanti le condizioni di temperatura e umidità previste, un fattore essenziale per il funzionamento di un data center o di una sala computer. E’ essenziale, infatti, controllare la temperatura con stringenti criteri di tolleranza, perché eventuali fluttuazioni possono causare stress termico e guasti nei macchinari IT, creando condizioni che ne minacciano il funzionamento.


APC partecipa anche al Premio Innovazione ICT, presentando il caso del cliente DeltaTre Informatica. Il workshop si intitola “Metodologie di progettazione di un Data Center ad elevata Efficienza Energetica, Condizionamento e Software: il caso DeltaTre Informatica”.

Inserito il 23 di ottobre 2009 in Smau 09
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

PrivateMail di Khamsa cifra la posta elettronica

Nell'area "Percorsi dell'innovazione", Khamsa ha presentato le novità a partire dai nuovi prodotti 2010 di sicurezza telefonica ed e-mail, che supporteranno nuovi modelli di telefono e si arricchiranno di nuove funzionalità. Sempre a Smau sono state svelate anche le novità sul piano societario e di management.

Infine Khamsa ha annunciato l'alleanza con uno dei principali fornitori di software gestionale, che porterà sul mercato professionale una versione dedicata di PrivateMAIL, il nostro sistema di posta elettronica criptata.

Inserito il 23 di ottobre 2009 in Smau 09
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

EDSlan sfida la crisi

In un anno in cui il mercato dell’Information Communication Technology (Ict) ha mostrato segnali evidenti di crisi, EDSlan rinnova la sua fiducia al Salone italiano dell’ICT. Il distributore di Vimercate, specializzato in networking, cabling, lan telephony e IP security, è presente alla fiera milanese con tutto il suo parco vendor, che ad oggi conta oltre 40 aziende rappresentate.

Un’offerta di soluzioni per la connettività di rete, il cablaggio, la sicurezza informatica, la videosorveglianza, il VoIP, la lan telephony, il wireless, il wi-fi e molto altro ancora, unita all’assistenza completa sia in fase di pre che di post vendita e a un’ampia gamma di servizi che supportano il cliente a 360°, permettono a EDSlan di affrontare con solidità un mercato che diventa sempre più competitivo.

Abbiamo deciso di essere nuovamente presenti a Smau per dare un segnale di forza e di fiducia” dichiara Barbara Pedrazzani, Responsabile Marketing e Comunicazione di EDSlan. “Smau rappresenta la più importante occasione di incontro tra domanda e offerta nel mondo dell’ICT. Durante questa 3-giorni tecnologica, avremo modo di presentare le tecnologie e le novità dei brand da noi rappresentati e di offrire visibilità anche ai nuovi vendor entrati nella nostra offerta recentemente. Smau sarà l’occasione per entrare in contatto con nuovi clienti e nuove realtà e per condividere con i professionisti del settore le ultime novità in ambito tecnologico. Siamo fortemente convinti che anche in un periodo storico-economico di crisi come quello che stiamo attraversando, occorra puntare sull’innovazione e su investimenti  in ICT che rappresentano una leva strategica per la ripartenza delle imprese”.

Inserito il 23 di ottobre 2009 in Smau 09
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Vocollect dà voce alla Supply Chain

Quest’anno abbiamo deciso di presenziare a SMAU in quanto riteniamo che possa essere per noi un’importante vetrina per evidenziare non solo il valore aggiunto della nostra offerta, ma anche i concreti e rapidi benefici che ne derivano”, afferma Antonino Lanza, Business Development Manager, Mediterranean and Middle East di Vocollect EMEA. “I risultati che abbiamo raggiunto in soli 5 anni sul territorio italiano dimostrano la forza delle nostre soluzioni”.

Vocollect (Pad. 3, Stand C40) offre la possibilità di toccare con mano la tecnologia vocale per i lavoratori mobili - che vanta una storia lunga 22 anni - sia oggi più che mai accessibile sia alle grandi sia alle piccole e medie imprese. Gli esempi concreti di implementazioni di successo non mancano: tra i clienti italiani, i brand come Carrefour, Decathlon, L’Erbolario, Sammontana, Scapa Italia, Partesa Heineken e molti altri ancora.

In questa occasione viene presentata ufficialmente la nuova offerta di Vocollect VoiceWorld Suite, una suite completamente configurabile di prodotti software e strumenti che facilita lo sviluppo di applicazioni vocali, adatta a diversi settori e ambienti applicativi della Supply Chain. Sarà possibile capire come Vocollect Voice consente capacità multimodali sui dispositivi di terze parti, aiutando così le aziende a ottimizzare i processi di magazzino, approfittare al massimo del tempo degli operatori e svolgere attività multiple con una maggiore efficienza di tempi, in un momento in cui i costi operativi possono avere un effetto rilevante su tutta l'azienda. In media l’azienda può infatti beneficiare di un abbattimento dei costi operativi del 40-60% e di un ROI in meno di un anno.

Vocollect VoiceWorld Suite - grazie all’implementazione dei Voice Interface Objects - consente inoltre agli sviluppatori di software enterprise di integrare rapidamente e facilmente Vocollect Voice nella propria offerta di soluzioni, traendo vantaggio dalla crescente domanda di soluzioni vocali all’interno del magazzino, offrendo nuovi benefici ai clienti esistenti e raggiungendo nuovi mercati.

Inserito il 23 di ottobre 2009 in Smau 09
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

La gestione documentale di ARXivar fa risparmiare soldi e CO2

ARXivar (Pad. 4/2, stand B100), la soluzione per la gestione documentale di Able Tech, gestisce le informazioni e i processi aziendali per il Document e Content Management, il Workflow Process Management, l’Archiviazione Ottica e la Conservazione Sostitutiva, con un software facilmente integrabile con i più diffusi sistemi gestionali aziendali per ottimizzare i cicli attivi e passivi. Allo Smau ARXivar presenta le sue due ultime novità: il modulo converter Pdf/A e il modulo di collegamento ai servizi di conservazione in outsourcing.

Il converter pdf/A è un servizio utile per aziende e utenti finali che consente di creare direttamente file nel formato Pdf/A, previsto per la conservazione sostitutiva e l’archiviazione automatica senza ulteriori passaggi operativi con evidenti vantaggi in termini di tempo e costi.

Il modulo di collegamento ai servizi di conservazione in outsourcing, è un’applicazione che consente di estrapolare dall’archivio ARXivar tutti i documenti e di portarli in conservazione nel formato richiesto dal servizio di outsourcing.

ARXivar consente di risparmiare denaro, tempo e spazio: archivi ingombranti e ore passate a fascicolare documenti e ad archiviare pratiche appartengono al passato. Inoltre è sufficiente scegliere un sistema digitale per il trattamento dei documenti per dare un significativo e concreto contributo alla natura, infatti si riduce il consumo di carta, si abbattono meno alberi e si riduce l’emissione di CO2.

Inserito il 23 di ottobre 2009 in Smau 09
Permalink | Commenti (0) | TrackBack

Segnala a: Delicious | Digg | Reddit | Furl | Stumble Upon | Smarking | OKNOtizie | Segnalo | Yahoo! | Magnolia | Invia il post

Pubblicità